Il Ricettario della Locanda Grifo


specialità esclusive che attingono al territorio e richiamano i sapori e i profumi della tradizione più genuina.

Antipasti


Ingredienti
  • circa 20 fiori di zucca
  • 1 uovo
  • 2 bicchieri di latte
  • 1 bicchiere di acqua minerale gasata
  • 400 gr circa di farina bianca
  • sale quanto basta
  • olio per friggere

Fiori di zucca

Per prima cosa pulire i fiori di zucca togliendo la parte verde e i pistilli che si trovano nel cuore del fiore, lavarli e asciugarli delicatamente. Preparare la pastella nel recipiente del frullatore ad immersione, versando il latte, l'acqua, l'uovo, la farina e, per ultimo, un pizzico di sale.

Frullare bene per ottenere una pastella abbastanza densa ed eventualmente aggiungere un po' di farina.

Nel frattempo mettere sul fuoco una teglia abbastanza capiente con l'olio e portare a temperatura, immergere uno a uno i fiori nella pastella e ricoprirli completamente. Poi metterli nell'olio e farli friggere per circa 10 minuti rigirandoli con una paletta.

Quando sono dorati toglierli dall'olio con una schiumarola e depositarli su carta assorbente, servirli caldi come antipasto.

La ricetta dei fiori di zucca può avere diverse varianti. Invece del latte è possibile usare la birra per preparare la pastella. Inoltre i fiori possono essere preparati ripieni, magari con un'acciuga e dei dadini di mozzarella, badando bene a chiudere la cima del fiore.


Ingredienti
  • 2 kg di patate
  • 1 kg di carote
  • 1/2 kg di piselli
  • olio di semi
  • aceto
  • sale e pepe
  • maionese

Insalata russa della Vittorina

Mettere a bollire le portate con la buccia, separatamente le carote dopo averle sbucciate ed i piselli. Controllare la cottura delle verdure prima di scolarle e lasciarle raffreddare. Tagliare le patate e le carote a piccoli cubetti, mettere il tutto in una zuppiera ed aggiungere i piselli. Condire con olio, aceto, sale, pepe e mescolare delicatamente.

Preparare una maionese con il frullatore ad immersione, facendo così: versare in un recipiente alto un uovo intero ed un tuorlo, mezzo limone spremuto, due pizzichi di sale, una grattata di pepe e circa mezzo litro di olio di semi. Immergere ed estrarre il frullatore un paio di volte alla massima velocità e la maionese verrà all'istante.

Condire la verdura con la maionese e rigirarla delicatamente.

Ottima da consumarsi d'estate come antipasto.


Primi


Ingredienti
  • 500 gr riso carnaroli
  • 500 gr filetto pesce persico
  • 1 uovo
  • 1/2 bicchiere di latte
  • pane grattugiato
  • 300 gr di burro
  • qualche foglia di salvia
  • sale quanto basta
  • farina bianca
  • olio di semi

Risotto col pesce persico

Mettere sul fuoco una pentola piena d'acqua, con una manciata di sale e portarla ad ebollizione. Nel frattempo preparare i filetti di pesce persico nel seguente modo: prima infarinare, poi adagiare nell'uovo sbattuto con il latte e per finire impanarli nel pan grattato, assicurandosi che siano ricoperti bene da entrambe le parti.

Versare in una padella l'olio di semi e scaldarlo bene, mettere a cuocere i filetti per circa 5 minuti per parte, infine scolarli su carta assorbente e salarli.

Nel frattempo far cuocere il riso per circa 20 minuti, poi scolarlo e porlo su piatti ben caldi. posizionare sopra circa 6 filetti di pesce persico. Per concludere versare sopra del burro dorato con salvia abbondante.


Secondi


Ingredienti
  • 1 kg di agoni freschi
  • 1 mazzo di prezzemolo
  • 4 cipolle rosse sottaceto
  • 4 cetrioli sottaceto
  • 2 falde di peperoni sottaceto
  • 1 manciata di capperi sotto sale (lavati)
  • olio di semi
  • sale e pepe
  • messo limone spremuto

Agoni

Cuocere gli agoni alla griglia, circa cinque minuti per lato, sino a che siano ben dorati e l'occhio sia divenuto bianco, toglierli dalla griglia, farli asciugare su un foglio di carta assorbente ed adagiarli in una pirofila.

Preparare la salsa verde tritando tutti gli ingredienti con il minipimer sino a sminuzzarli finemente. Aggiungere sale, pepe, limone spremuto e l'olio di semi per rendere il tutto abbastanza liquido.

Cospargere gli agoni con la salsa appena preparata e servire tiepidi.

Ottimi anche serviti il giorno dopo freddi.


Ingredienti
  • 1 kg di alborelle pulite
  • 2 l di aceto bianco
  • 1/2 l di bianco secco
  • 1 l d'acqua
  • 2 cipolle
  • 2 carote
  • 1 mazzetto di erba segrigiola
  • olio per friggere
  • farina bianca
  • sale quanto basta

Le Alborelle in carpione

Far friggere le alborelle infarinate in olio bollente, sino a che divengano croccanti, scolarle su carta assorbente e metterle in una terrina capiente.

Tagliare tutte le verdure a fettine, metterle in una pentola con l'erba segrigiola e versare sopra l'aceto, il vino e l'acqua.

Salare e far bollire per circa un'ora. Versare il tutto sopra le alborelle.

Si possono mangiare appena raffreddate, meglio ancora dopo alcune ore quando hanno preso bene la marinatura.


Dessert


Ingredienti
  • circa 1/2 kg di farina bianca
  • 1 uovo intero
  • 1 bicchiere d'acqua
  • circa 1/2 l di latte
  • 1 pizzico di sale
  • 1 grossa mela gialla
  • olio di semi
  • zucchero
  • zucchero a velo

Paradello

Mettere tutti gli ingredienti in un contenitore e frullare sino ad ottenere un impasto cremoso.

Pelare la mela e tagliarla a fettine sottili ed aggiungerla all'impasto. Nel mentre mettere sul fuoco una casseruola con circa due dita di olio di semi, quando l'olio è caldo, con un grosso mestolo, versare l'impasto e ricoprire tutta la casseruola con un sottile strato di pastella.

Far cuocere a fuoco vivace per circa dieci minuti, poi girare con una pinza il paradello dall'altra parte e proseguire la cottura per altri dieci minuti. Togliere il paradello e adagiarlo su una carta assorbente, spolverarlo abbondantemente con zucchero e zucchero a velo. Tagliare a fettine e servire caldo.

Si sposa bene con il gelato alla crema.